Zibaldone

Ho cercato a lungo un nome per questa sezione del sito, in cui voglio raccogliere i vecchi post, scritti con una certa discontinuità e a volte ormai superati: la tecnologia, si sa, corre veloce, e io invece sono piuttosto lenta.

Ho cominciato a scrivere per condividere alcuni lavori e progetti realizzati durante gli anni dell’Università (non pensate che sia passato poi tanto, appena superato l’anno di prova mi sono rimessa a studiare, in pratica non ho mai smesso) e poi del Master.

Ci sono i temi a me più cari:

il digitalstorytelling, come teoria, ma anche come metodologia che coinvolge mente ed emozioni, in tutti gli ambiti, matematica compresa;

i primi approcci all’uso dell’iPad in classe;

i video in stop motion, anche se le app usate sono  datate e ce ne sono di migliori, la tecnica resta la stessa;

il portfolio realizzato come documentazione del percorso di due anni del Master di secondo livello, e il lavoro finale sul Labirinto della Rete;

i progetti e i work in progress che chissà se saranno mai realizzati veramente…

Insomma si tratta veramente di una “raccolta disordinata di pensieri, testi e concetti”, anche se ben lontana dall’opera letteraria a cui ho voluto rubare il titolo 😉