Otto per la settimana europea della robotica

Dal 17 al 26 novembre in tutta Europa si organizzano attività ed eventi inerenti la robotica, che sempre più è presente nelle nostre realtà e sta cominciando ad affacciarsi anche nelle nostre classi.

La robotica infatti si presta ad una vasta gamma di aree applicative e sta assumendo una crescente importanza per lo sviluppo di competenze non solo nelle materie cosiddette STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica), ma più in generale per accrescere l’alfabetizzazione digitale e promuovere l’educazione alla cittadinanza che oggi non può dirsi tale senza comprendere anche la dimensione digitale.

Qualche tempo fa mi sono imbattuta in un progetto opensource per la costruzione fai da te di un simpatico robot bipede, Otto, realizzato stampando in 3D le parti del corpo, con un microprocessore Arduino nano come “cervello” e un sensore ad ultrasuoni come “occhi”.

Ci è voluto un po’ di tempo per reperire tutti i componenti elettronici e per la stampa 3D dei diversi pezzi, ma alla fine ecco le parti da assemblare:

E questi sono i primi passi di Otto: